Ad Asti in mostra le abitudini alimentari dell’antichità

28/1/2015

Dal 7 marzo al 5 luglio al Palazzo Mazzetti di Asti in mostra “Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell’Italia antica”, una riflessione sul ruolo del cibo nelle antiche civiltà.

Continuano in tutta Italia gli eventi sul filone legato all’alimentazione in occasione dell’Expo 2015 di Milano.

Anche Asti parla di cibo indagando su quale fosse il ruolo del “nutrirsi” nei popoli antichi.

SCOPRI TUTTI I VIRTUAL TOUR DI ASTI

affresco_pompeiUn invito a sedersi a tavola con Etruschi, Romani e Greci per comprendere come il cibo rifletta il carattere di un popolo, di come le abitudini alimentari di ciascuna civiltà ne abbiano influenzato lo sviluppo, la società ma anche l’economia basata sull’agricoltura, sugli scambi, sull’importazione e l’esportazione di particolari e sconosciuti alimenti da altre terre più lontane favorendo l’incontro fra civiltà distanti andando ad influenzarne l’evoluzione.

 GUARDA TUTTI I VIRTUAL TOUR REALIZZATI IN PIEMONTE

La mostra, in programma a Palazzo Mazzetti, è un viaggio indietro nel tempo tra i banchetti, nelle cucine di un’epoca lontana attraverso le testimonianze artistiche e letterarie che hanno tramandato tali informazioni, come il manuale di ricette di Apicio, il Satyricon in cui è descritta la cena di Trimalcione e con un focus particolare sui reperti archeologici rinvenuti nelle aree campane di Pompei, Ercolano e Stabia dove l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. fermò il tempo per sempre lasciando a noi una perfetta e reale fotografia della vita in quel preciso istante della storia.

 

Info:

 

“Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell’Italia antica”

 

7 marzo – 5 luglio 2015

 

Palazzo Mazzetti – Corso Alfieri 357, Asti


Valentina Sanesi

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento