Viterbo: alla Rocca Albornoz gli Etruschi “in mostra”

17/6/2015

In alto i kantharoi. Acquarossa a banchetto” è il nome della mostra che fino al 31 ottobre 2015 arricchirà il già corposo percorso del Museo Nazionale Etrusco di Viterbo con nuovi e interessanti elementi, per ricostruire i banchetti di questa antichissima civiltà, che qui nella Tuscia, ha lasciato testimonianze di inestimabile valore.

Parte del progetto “Experience Etruria” la mostra si ispira alle famose lastre di Acquarossa – che rappresentano scene di banchetti – già presenti all’interno del Museo Nazionale Etrusco, per raccontare, attraverso reperti inediti, trovati nei depositi museali, la cultura della convivialità all’epoca degli Etruschi.

mostra etruschi viterbo

SCOPRI VITERBO IN VIRTUAL TOUR      

Ispirata da Expo 2015, l’allestimento desidera mostrare che a quel tempo, come oggi, gli “italiani” amavano condividere il cibo sedendo alla stessa tavola, portando l’attenzione sugli oggetti protagonisti dei pranzi di un periodo ormai lontano, andando a ricostruire e a mostrare – attraverso l’esposizione di raffinati vasi attici della Collezione Cima Pesciotti, per la prima volta esposti, insieme agli utensili in bronzo del cerimoniale rinvenuti nella necropoli di Olmo Bello a Bisenzio, del prezioso kantharos d’argento e d’oro della tomba della Biga – la grande cura e originalità delle tavole etrusche.

rocca albornoz di viterbo

La celebre lastra di Acquarossa con rappresentazione di banchetto costituirà il filo guida della mostra.

Dal prezioso kantharos d’argento e d’oro della tomba della Biga ai raffinati vasi attici della Collezione Cima Pesciotti, per la prima volta esposti, insieme agli utensili in bronzo del cerimoniale.

 

Info:

“In alto i kantharoi. Acquarossa a banchetto”

12 giugno – 31 ottobre 2015

Museo Nazionale Etrusco – Rocca Albornoz, Piazza Della Rocca 21, Viterbo

orario di apertura: 8,30-19,30 (da martedì a domenica); chiuso il lunedì.

ingresso: intero € 6,00, ridotto € 3,00

Itinerario correlato: Le necropoli etrusche del Lazio

 

 

Valentina Sanesi

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento