Toscana: al via il Francigena Melody Road

17/2/2015

La via Francigena della Toscana dal 21 febbraio al 31 marzo si riempie di musica e di grandi nomi della canzone italiana per il Francigena Melody Road, un evento unico per un viaggio tra note, storia e fede

Non solo religione. Non solo natura. Non solo arte e borghi dal fascino senza tempo.

Il tratto di Via Francigena toscana fino a fine marzo si trasformerà in un grande palcoscenico a cielo aperto in cui avranno luogo una serie di performance itineranti, tra i paesi lungo il percorso che nel Medioevo vide il passaggio del Santo Poverello.

Ed è così che l’esperienza di viaggio lungo i 400 km di cammino si arricchisce, tanto per i pellegrini quanto per chi è in cerca di emozioni nuove e particolari.

SCOPRI TUTTI I VIRTUAL TOUR REALIZZATI IN TOSCANA

cigoli_francigena_melody_road

Un evento adatto a tutti, adulti e bambini, e che coinvolgerà non solo turisti e pellegrini ma anche i cittadini di questi magnifici borghi immersi in un paesaggio che solo la Toscana sa regalare

Da Pontremoli – Massa Carrara – a Montalcino, Siena, saranno 18 in tutto i concerti che vedranno alternarsi nomi famosi del panorama musicale italiano, da Roberto Vecchioni al pianoforte di Danilo Rea fino alla delicata arpa di Cecilia Chailly, e non solo.

Tanti saranno anche gli artisti internazionali che suoneranno ogni genere di musica, dal jazz alla classica, fino al teatro con lo spettacolo di Roberto Vecchioni, “Viaggio nel tempo immobile” in programma il 4 marzo al Teatro del Giglio di Lucca e il 30 marzo al Teatro dei Rinnovati di Siena.

Da non perdere l’apertura del festival il 21 febbraio nella splendida cornice della Chiesa di Sant’Agostino a Montalcino, data che coinciderà con la presentazione della nuova annata del famoso vino Brunello, vera eccellenza del Made in Italy conosciuta e apprezzata in tutto il mondo.

 

Info:

Francigena Melody Road

21 febbraio – 31 marzo 2015

Toscana: varie località

Scopri QUI il Programma completo della manifestazione

 

Valentina Sanesi

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento