Teatro: a luglio chiude il sipario l’Ambra Jovinelli di Roma

26/3/2013

Problemi strutturali e tecnici questa la motivazione che dal prossimo 1 luglio porterà alla chiusura del Teatro Ambra Jovinelli di Roma. L’annuncio è stato dato dalla direzione artistica del teatro romano, guidato da Fabrizia Pompilio.

A Luglio chiuderà il Teatro Ambra Jovinelli di Roma

A Luglio chiuderà il Teatro Ambra Jovinelli di Roma

Il Teatro aveva aperto il proprio sipario il 26 dicembre del 2010 sotto la guida di Officine Culturali “a distanza di due anni e mezzo di attività culturali di grande interesse e di grande successo – si legge in una nota – la società di gestione deve rinunciare alla sua casa artistica per problemi tecnici e strutturali del teatro”.

Dal 1 luglio 2013 l’Ambra Jovinelli chiuderà quindi il proprio sipario, “ma fino all’ultimo, l’attività artistica del teatro proseguirà con lo stesso entusiasmo del giorno dell’inaugurazione”, riferisce la nota.

Tanti gli artisti, le compagnie, le maestranze e gli spettatori che, solidali, hanno continuato ad animare il teatro “nonostante – prosegue la nota – la criticità di alcuni impianti (riscaldamento, argani e parti tecniche da sanare). Tante le soddisfazioni che hanno premiato il rischio d’impresa di imprenditori che hanno portato, in poco più di due stagioni teatrali, il Teatro Ambra Jovinelli a nuovi splendori. Tanti i volti che hanno fatto registrare il tutto esaurito: Rocco Papaleo, Stefano Accorsi, Simona Marchini, Claudio Santamaria, Valerio Mastandrea, Andrea Rivera, Nicola Piovani, Ficarra e Picone, Lillo & Greg, Teresa Mannino, Filippo Timi, Leo Gullotta, Alessandro Haber e Alessio Boni, ecc”.

I prossimi spettacoli in programma sono dal 4 aprile al 14 aprile Ricorda con Rabbia con Stefania Rocca e Daniele Russo, mentre dal 18 al 28 aprile Maurizio Casagrande porterà in scena Anche l’occhio vuole la sua parte.

Info:
Teatro Ambra Jovinelli
via Guglielmo Pepe, 43 – Roma
infoline: 06 83082620 – 06 83082884 – info@ambrajovinelli.org

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento