Roma. Pittura, musica e moda nella persona di Gian Luca Gentili

4/6/2014

Pittura, musica e moda si fondono nella mostra-evento che dal 10 al 28 giugno prossimo sarà ospitata presso lo Showroom De Masi di Roma e che vedrà protagoniste le opere dell’artista romano Gian Luca Gentili.

GUARDA I VIRTUAL TOUR DI ROMA

Una delle opere in mostra

Una delle opere in mostra

Come nel mondo “punk”, nelle opere esposte, l’artista si esprime liberamente, veicolando il messaggio artistico su qualsiasi supporto o mezzo, dalle tele più pregiate, a vecchie tavole piene di chiodi arrugginiti, da semplici fogli di carta, al tessuto di una t-shirt, utilizzando anche il web come medium di comunicazione.

Gentili, nato e cresciuto a Roma, città in cui lavora da oltre vent’anni soprattutto come interior designer – è responsabile del restyling della maggior parte dei locali del centro storico dell’Urbe – propone quanto prodotto, nel suo atelier di Pietralata, dopo l’ultima sua mostra Guerreros y diablos: 90 lavori concepiti, tra il 2013 e il 2014, nell’ambito della nuova serie Steam work – da qui il titolo della mostra a cura di Stefania Valente, accompagnata anche da un testo critico di Caterina Tomeo – che, con il suo inconfondibile stile, ironico e provocatorio, rifiuta la mediocrità del mondo borghese, volgendo lo sguardo al passato, a quel mondo sparito, colto e raffinato tipico dell’Europa della fine dell’Ottocento.

L’intento dell’artista è quello di riportare in auge quel “periodo di transizione” – così lo definì Baudelaire l’epoca a cavallo tra l’Otto e il Novecento – in cui apparve il cosiddetto “dandismo”: quel mondo elegante e raffinato che, con ironico distacco dalla realtà, rifiutava la banalità quotidiana, ma anche il progresso nel suo insieme.

Info:
GIAN LUCA GENTILI – STEAM WORK
a cura di Stefania Valente
Dall’10 al 28 giugno 2014
SHOWROOM DE MASI
Via Gargano, 5/7 Roma

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento