Ricette, la zuppa gallurese

16/4/2013

La zuppa gallurese, detta anche “suppa cuata” è un piatto tipico della Gallura, regione nord-occidentale della Sardegna, portata immancabile sulle tavole nuziali (detti in dialetto “li coi”) di questo angolo di Sardegna, sia delle più povere che delle più abbienti. Pietanza ricca dal gusto tradizionale e intenso racchiude alcuni degli ingredienti-simbolo di quest’isola, tra cui il brodo di carne di pecora combinato con il Casizolu, formaggio a pasta filata a forma di pera preparato dalle donne della subregione del Montiferru, nella Sardegna centro-occidentale. La sua particolarità? Questa zuppa si cuoce in forno e si taglia a fette!

La zuppa gallurese si cuoce in forno e si taglia a fette

La zuppa gallurese si cuoce in forno e si taglia a fette

Ingredienti
1 kg. di pane raffermo tipo pasta dura
1,200 kg. di carne di pecora
2 pomodori rossi
2 carote
2 gambi di sedano
1 cipolla
1 mazzetto di prezzemolo
6 foglie di basilico
1 ciuffo di finocchietto selvatico
1 casizolu da 600 gr.
250 gr. di formaggio pecorino
1 noce di burro
Sale
1lt e ½ d’acqua

Preparazione. Prepariamo il brodo di pecora mettendola a bollire nell’acqua salata con una cipolla, il sedano, le carote e le patate e lasciamo cuocere per 2 ore a fiamma bassa. Tritiamo il prezzemolo e uniamolo al formaggio a fettine e al pepe. Prendiamo il pane raffermo tagliato a fette spesse e lo adagiamo all’interno di una teglia, versiamo il brodo, e aggiungiamo il pecorino, il trito di prezzemolo, il formaggio e i pomodori a fette. Copriamo il tutto con altro pane a fette e riempiamo di pane e brodo fino all’orlo. Infine inforniamo nel forno preriscaldato a 180° per  un’ora, finché no fa la sua tipica crosticina. La lasciamo riposare altri 5 minuti nel forno spento e altri 10 minuti fuori per farla rapprendere. Servire calda.

Valentina Sanesi 

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento