Le nuove Bandiere arancioni del Touring Club

3/4/2015

Sono cinque le nuove Bandiere arancioni del Touring Club italiano e sono tutte del sud Italia, più precisamente della Puglia e della Calabria. Si uniscono ai 209 borghi eccellenti italiani premiati per la storia, l’artigianato, i monumenti e l’enogastronomia:

Corigliano d’Otranto, in provincia di Lecce, uno dei borghi dell’antica Grecia Salentina, conosciuto per il barocco Castello de’ Monti, il bizantino arco Lucchetti e per i prodotti tipici locali, quali il tartufo bianco di Corigliano e la popaneddha, una specie di cetriolo dolciastro.

specchia

Specchia, sempre in provincia di Lecce, nel cuore delle terre salentine, meraviglioso borgo collinare immerso tra uliveti e le tipiche pajare, costruzioni in pietra locale. Specchia è nota anch’essa per un eremo, il Castello Risolo, per gli antichi frantoi ipogei, ma soprattutto per la produzione del buonissimo olio extravergine d’oliva salentina.

cattedrale di troia

Troia, splendido borgo della provincia di Foggia, ai piedi del Tavoliere delle Puglie, passato alla storia per essere stata, nel XI secolo, un’importantissima sede vescovile, come testimonia la Cattedrale di Troia. Di notevole interesse anche il Museo Diocesano e la diffusa produzione del vino Rosso DOC di Troia, prezioso nettare naturale.

Bova, bellissimo borgo calabro arroccato sulle rocce dell’Aspromonte che prende il nome dall’antico ricovero dei buoi. Il paese è noto per il Museo di Paleontologia e Scienze Naturali dell’Aspromonte, per il Castello medievale e per la gastronomia, fatta di soppressate e formaggi ovini e caprini.

gerace

Gerace, rigoroso ed importante borgo della provincia di Reggio Calabria che affaccia sulla bellissima Locride e conta nel suo territorio circa 79 chiese, 8 monasteri e 12 conventi. Tra le specialità gastronomiche di Gerace spiccano l’olio d’oliva grossa, la pasta fatta a mano con melanzane ed un superbo vino liquoroso presente sin dai tempi degli antichi greci.

Cesare Paris

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento