Lampi sublimi a Ferrara: tra Michelangelo, Tiziano e il Bastianino

7/1/2015

Resterà aperta fino al 15 marzo alla Pinacoteca Nazionale di Ferrara la mostra “Lampi sublimi a Ferrara. Tra Michelangelo e Tiziano. Bastianino e il cantiere di San Paolo”, una grande rassegna dell’arte figurativa post rinascimentale in Italia.

Al centro dell’esposizione l’opera pittorica di Sebastiano Filippo, detto il Bastianino (Ferrara 1528/32 – 1602), artista che alla fine del Cinquecento esercitò la sua arte in San Paolo, a Ferrara, esprimendosi attraverso quelli che furono definiti dallo storico dell’arte Roberto Longhi “Lampi sublimi”, ovvero quell’insieme di tecniche, di intuizioni creative che caratterizzano le opere post rinascimentali e che influenzarono un po’ tutta la produzione culturale degli artisti dell’epoca.

 SCOPRI TUTTI I VIRTUAL TOUR DI FERRARA  

lampi_sublimi

Dopo la “luce totale” delle opere rinascimentali, vi sono i “lampi sublimi” che illuminano a tratti le atmosfere più fosche, meno limpide in un gioco di ombre, annebbiamenti in cui a volte la chiarezza si insinua.

Una pittura propria anche di Tiziano, così come di Michelangelo, le cui opere sono esposte in questa grande mostra insieme a quelle di altri esponenti illustri di quella corrente artistica che prese forma proprio dal pennello del Bastianino, come Dosso e Battista Dossi, Camillo Filippi, Giorgio Ghisi e Ludovico Settevecchi.

GUARDA TUTTI I VIRTUAL TOUR REALIZZATI IN EMILIA-ROMAGNA

Mettere in piedi la mostra “Lampi sublimi a Ferrara. Tra Michelangelo e Tiziano. Bastianino e il cantiere di San Paolo” è stato possibile grazie soprattutto al recupero di importanti opere restituite alla comunità a seguito dell’avvio del restauro della Chiesa carmelitana della Conversione di San Paolo, possibile grazie ad un finanziamento ottenuto dalla città di Ferrara da parte del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo nel 2014.

Nonostante i danni riportati dal terremoto del 2012 in Emilia-Romagna, uniti a quelli del tempo e del clima non adatto alla conservazione di opere d’arte, sono stati rinvenuti dalla chiesa, chiusa da tempo, alcuni splendidi pezzi di inestimabile valore con cui si è organizzata negli spazi della Pinacoteca questa prima importante esposizione.

 

Info:

“Lampi sublimi a Ferrara. Tra Michelangelo e Tiziano. Bastianino e il cantiere di San Paolo”

13 Dicembre 2014 – 15 Marzo 2015

Pinacoteca Nazionale di Ferrara – Palazzo dei Diamanti

pinacotecafe@beniculturali.it

 

www.pinacotecaferrara.beniculturali.it 

 

Valentina Sanesi

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento