L’abbigliamento popolare del Settecento e Ottocento in mostra a Modena

27/12/2012

“Le vesti di sempre. Gli abiti delle mummie di Roccapelago e Monsampolo del Tronto. Archeologia e collezionismo a confronto” è questo il titolo della mostra aperta fino al prossimo 7 aprile al Museo Civico d’Arte di Modena che focalizza l’attenzione sull’abbigliamento popolare tra Settecento e primo Ottocento.

Il manifesto della mostra di Modena

Il manifesto della mostra di Modena

La sensazionale scoperta di numerosi corpi mummificati nella cripta della chiesa parrocchiale di Roccapelago, avvenuta tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011, ha consentito di aprire un suggestivo scorcio sul passato della piccola comunità montana.

Le mummie, che conservano parte degli abiti, monili, medagliette ed altri oggetti devozionali, hanno richiamato l’attenzione di numerosi studiosi e di un grande pubblico che ha visitato la piccola esposizione allestita quest’anno nel luogo del rinvenimento.

Oggi tali materiali sono oggetto di un nuovo evento curato da Lorenzo Lorenzini e Thessy Schoenholzer Nichols, con la collaborazione di Donato Labate, archeologo della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, che si pone l’obiettivo di focalizzare l’attenzione sull’abbigliamento popolare tra Settecento e primo Ottocento.

Per favorire la contestualizzazione dei reperti esposti sono presenti alcuni capi provenienti dalla cripta della chiesa di Maria SS. Assunta di Monsampolo del Tronto, teatro di un analogo ritrovamento di corpi mummificati e vestiti di tutto punto.

Per una migliore comprensione dei reperti sono esposti inoltre alcuni frammenti tessili della collezione Gandini e dipinti in cui sono raffigurati capi di abbigliamento popolare. Accanto, un telaio e un tombolo richiamano la dimensione domestica della produzione tessile e della confezione degli abiti caratteristica dell’epoca e del contesto sociale di appartenenza delle mummie. All’arte dell’intreccio è dedicato anche un laboratorio didattico per famiglie e bambini dai 6 ai 12 anni (26 dicembre e 6 gennaio ore 16.30-18. Ingresso gratuito)

Promotori dell’iniziativa sono il Museo Civico d’Arte di Modena, la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna e l’Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con i Comuni di Pievepelago e di Monsampolo del Tronto

Fino al 7 aprile 2013
Costo del biglietto: ingresso libero
Luogo: Modena, Museo Civico d’Arte, Palazzo dei Musei
Orario: martedì-venerdì: 9-12, sabato, domenica e festivi: 10-13 e 15-18, 25 dicembre e 1 gennaio: 15-18, l
Telefono: 0592033101
E-mail: museo.arte@comune.modena.it
Sito web: http://www.archeobologna.beniculturali.it/mostre/mo_vesti_mummie.htm

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento