La Conca Reatina

13/3/2015

La Conca Reatina laziale costituisce una sorta di cornice della più famosa e turistica Sabina laziale, ma è una meta insostituibile ed irrinunciabile soprattutto per la devozione cattolica, in quanto le prime pendici dei monti che racchiudono la Conca conservano stupendi conventi sorti nei luoghi di permanenza di San Francesco nella zona.

conca reatina

L’intero territorio è anche un itinerario consigliabile agli appassionati della natura e del paesaggio, per la presenza del meraviglioso comprensorio del Terminillo, la vetta più alta dei monti Reatini e nota località sciistica sabina, per il borgo di Leonessa, centro montano conosciuto per i soggiorni estivi e per le stazioni dedicate agli sport invernali, e per l’importante Riserva Naturale Laghi Lungo e Ripa Sottile, 3000 ettari  di natura meravigliosa estesa lungo gli omonimi laghi, caratterizzati da zone lacustre ed irrigue ricche di vegetazione e di avifauna stanziale.

Santuario francesano di Greccio

Negli ultimi anni in Italia e nel Lazio si è sviluppata una particolare attenzione per i grandi cammini legati alla fede e alla storia, come il Cammino di Santiago, il Cammino di San Benedetto e l’antica via Francigena. Dal 2003 invece, nel territorio della Conca Reatina, è nato il Cammino di Francesco, un piacevole itinerario ad anello che ripercorre tutte le tappe ed i luoghi visitati dal santo Patrono d’Italia, come il Convento di Fonte Colombo ed il Convento la Foresta vicino Rieti, il Convento di San Giacomo a Poggio Bustone, il Santuario di di San Francesco a Greccio, luogo dove nel lontano 1223 il santo realizzò il primo presepe vivente della storia, ed altri sentieri che conducono a Roma, passando per l’Abbazia di Farfa a Fara Sabina, o ad Assisi.

Cesare Paris

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento