Il 17 gennaio il mondo celebra il Tiramisù Day

16/1/2013

Prenderà il via il 17 Gennaio la sesta edizione di Idic (International day of Italian Cuisines),  frutto di un network di oltre 2000 tra cuochi e ristoratori che lavorano in 70 paesi del mondo e che, si ritrovano nel Forum del Gruppo Virtuale Cuochi Italiani. Quest’anno il protagonista assoluto sarà un vero simbolo della cucina made in Italy: il tiramisù, il dolce italiano più conosciuto e imitato al mondo.

Il tiramisù, fiore all'occhiello della cucina made in Italy

Il tiramisù, fiore all’occhiello della cucina made in Italy

Nel Tiramisù Day si svolgerà una vera e propria maratona in cui centinai di cuochi, nei cinque continenti, prepareranno questo dolce speciale lungo i fusi orari del pianeta a formare una ola del tiramisù.
Il dolce al caffè arriva come protagonista di questa sesta edizione dopo i cinque piatti simbolo delle precedenti giornate dedicate alla cucina italiana: la prima, nel 2008, ha avuto al centro dell’attenzione la carbonara, poi è stata la volta del risotto alla milanese, delle tagliatelle al ragù alla bolognese, del pesto genovese e dell’ossobuco.

 

L’Idic che negli anni passati ha visto protagonisti fiori all’occhiello della cucina italiana come la carbonara, il ragù alla bolognese e l’ossobuco è principalmente una mobilitazione di base per dire no alle contraffazioni del made in Italy culinario  ma è soprattutto una maniera per promuovere i cuochi, i ristoratori e le altre figure professionali dell’enogastronomia italiana che nel mondo si battono per la sua autenticità.  Per questo motivo, il 17 gennaio saranno conferiti anche i Grana Padano Italian Cuisine Worldwide Awards. Assegnati a New York, verranno consegnati a coloro che si sono distinti nel diffondere la cultura enogastronomica nostrana al di fuori dei confini

Il Tiramisù Day sarà anche tempo di una lezione sul dolce, tenuta da Giancarlo Perbellini, chef e pasticciere del Ristorante di Isola Rizza, Verona. Durante la spiegazione, collegamenti in diretta con ristorante e locali: dal Ratanà di Milano alle scuole di cucina d’Olanda e Russia, tutti intenti a celebrare l’IDIC.

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento