I luoghi del Cinema: L’Italia in pellicola

28/10/2014

Questo articolo è un consiglio sui viaggi virtuali o reali da un punto all’altro della penisola italiana, seguendo gli itinerari tracciati dagli infiniti percorsi del cinema italiano, scoprendo i luoghi di film celebri resi memorabili da sequenze indimenticabili. Viaggiare in Italia ci riporta alle emozioni dei film di registi geniali quali De Sica, Visconti, Rossellini, Fellini, Monicelli o Pasolini.

approfondimento_cinemaIl primo film italiano è stato girato nel 1905 a Roma, era “La presa di Roma” di Teofilo Albertini, Roma è sinonimo di set cinematografici, è la capitale del cinema italiano e mondiale, scenario di film indimenticabili come “La dolce vita” di Federico Fellini,  “Ladri di biciclette” di Vittorio De Sica, Premio Oscar 1949 come Miglior Film straniero , “Paisà” e “Roma città aperta” di Rossellini o “La grande bellezza” di Sorrentino, Premio Oscar 2014 come Miglior Film straniero.

le_castella_isola_capo_rizzuto

Ma il cinema italiano non vive solo nella Città Eterna, si dipana dall’assolato Sud al laborioso Nord, così dopo un metaforico ciak si possono visitare i faraglioni siciliani di Aci Trezza, immortalati da Luchino Visconti in “La terra trema” e la Catania  del “Bell’Antonio” interpretato da Marcello Mastroianni, fino ad arrivare alla misteriosa Torino di “Profondo Rosso”, film di Dario Argento, ma passando prima per la Milano del drammatico “Miracolo a Milano” di Vittorio De Sica, poi verso l’immaginaria Romagna di Federico Fellini o l’arguta e dissacrante Toscana di Roberto Benigni e del film “Amici Miei atto II” di Mario Monicelli, scendendo verso la solitudine del Parco Nazionale d’Abruzzo in “Ladyhawke” di Richard Donner e di Ovindoli in “La strada” di Fellini; e ancora la suggestiva Napoli di Totò e Massimo Troisi con Capri 

aci_castello_faraglioni

rappresentata dal film “La Baia di Napoli” con Sofia Loren, la bucolica Basilicata  proposta da Rocco Papaleo in “Basilicata coast to coast”, culla dei Sassi di Matera, scenario suggestivo dei film “Il Vangelo secondo Matteo” di Pasolini e “La Passione di Cristo” di Mel Gibson; la caleidoscopica Puglia, con l’antica Bari raffigurata in “Polvere di Stelle” film con Alberto Sordi e Monica Vitti, la bianca Gallipoli de “L’anima gemella” di Sergio Rubini e la sotterranea Castellana Grotte di “Alien 2” film di Ciro Ippolito, per finire con la selvaggia Calabria di Isola Capo Rizzuto ritratta nel film “L’Armata Brancaleone” del già citato Monicelli e della Città di Catanzaro documentata magistralmente da Pier Paolo Pasolini in “Comizi d’amore”.

Regione per regione, virtual tour per virtual tour, alla ricerca di quegli ambienti cinematografici che sono rimasti scolpiti nella nostra mente e che hanno fatto la storia del cinema. Così si può mettere in moto una sorta di cine-turismo, una nuova propensione diffusa tra cinefili, appassionati e studiosi della “settima arte” provenienti da tutto il mondo, alla scoperta delle città medievali, della cultura, del barocco, del rinascimento o della generosa natura che caratterizza ed etichetta l’Italia come il paese del cinema e della bellezza.

 

Cesare Paris

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento