I 5 laghi più belli d’Abruzzo

17/3/2015

L’Abruzzo è una regione incontaminata, in cui la natura ancora selvaggia circonda i piccoli borghi che sorgono qua e là disegnando panorami da togliere il fiato. Fra le tante bellezze naturali, dei suoi parchi, delle sue spiagge e delle sue montagne, scopriamo oggi i 5 laghi più belli d’Abruzzo, spettacoli della natura, specchi d’acqua che raccontano un lontanissimo passato.

Concentrati nella provincia de L’Aquila, li andremo a visitare tutti e 5 virtualmente, grazie alle immagini realistiche e immersive dei virtual tour realizzati in zona e chissà che a qualcuno non venga voglia di prendere auto e valigia, e di fuggire per un weekend lontano dai frenetici ritmi cittadini per rifugiarsi in questi paradisi in terra d’Abruzzo.

Lago di Campotosto

1) Lago di Campotosto (L’Aquila)

A poca distanza da Amatrice, in provincia di Rieti e, quindi, lungo il confine con il Lazio, il lago di Campotosto, parte del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, stupisce chiunque arrivi lungo le sue sponde per la purezza e per il colore delle sue acque che contrastano con il verde intenso della vegetazione che lo circonda.

Un panorama unico, che regala in ogni stagione uno spettacolo diverso, ma sempre magico, con la possibilità di veder gironzolare nei pressi delle sue rive simpatici animali, come cinghiali, tassi, lepri e volpi, oltre a una nutrita fauna avicola da ammirare durante le magnifiche passeggiate lungo i sentieri per il trekking.

Da non perdere una visita al paese di Campotosto dove degustare i succulenti piatti tipici della tradizione, tra cui le famose mortadelle.

 

2) Laghetto del Parco di Ortucchio (L’Aquila)

Piccola oasi naturale in cui ritrovare la pace e in cui rilassare corpo e anima: è il laghetto del Parco di Ortucchio, un’area immersa nel verde, vero piacere per gli occhi in cui trascorrere gradevoli ore leggendo un libro adagiati sul prato o con i bambini.

Merita una passeggiata anche il vicino borgo di Ortucchio: dal bel Castello Piccolomini il panorama è unico.

 

3) Lago di Barrea (L’Aquila)

Immerso nel Parco Nazionale d’Abruzzo, arriviamo a quello che è uno specchio d’acqua di origine artificiale, ma non per questo meno bello. Creato per fermare il passaggio del fiume Sangro, lo spettacolo della natura incontaminata di questo luogo e dei tre borghi – Barrea, Villetta Barrea e Civitella Alfedena, affacciati sulle sue acque regala emozioni uniche.

Lago di Scanno

4) Lago di Scanno (L’Aquila)

La storia di questo specchio d’acqua è affascinante. Il lago, infatti, si è formato a seguito di una frana del Monte Rava che ostruendo lo scorrere del fiume Tasso formò questo bacino naturale. Il paesaggio qui è splendido, riempie gli occhi e il cuore regalando uno dei panorami più belli d’Abruzzo, soprattutto al tramonto, quando il lago si dipinge di giallo e d’argento. Su una sua sponda anche una piccola e suggestiva chiesa.

Assolutamente da visitare il borgo di Scanno che affaccia sul lago, incluso fra i Borghi più Belli d’Italia.

 

5) Lago Pio (L’Aquila)

Piccolissimo e suggestivo specchio d’acqua le cui origini, da studi recenti, sono state attribuite a fenomeni carsici, è un gioiellino che arricchisce il già favoloso panorama nei dintorni del borgo di Villalago, tra l’altro non lontano dal Lago di Scanno. E’ così vicino a quest’ultimo da dare motivo di pensare che esso sia uno stagno in cui si depositano le acque del lago principale. Tuttavia la bellezza del panorama non ha nulla da invidiare ad altri spettacoli naturali nei dintorni.

 

Dopo un pic-nic sulle sponde del piccolo lago è d’obbligo una passeggiata alla scoperta di Villalago, borgo medievale dal fascino fermo nel tempo, da cui godere di scorci mozzafiato su questo angolo di Abruzzo.

 

Valentina Sanesi

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento