Foreste d’Italia: alla ricerca dei luoghi più freschi tra Lazio e Puglia

25/6/2015

Nel nostro viaggio in giro per il centro e sud Italia, mentre fotografavamo la bellezza dei borghi del nostro Paese, abbiamo sentito di tanto in tanto il bisogno, in estate, di rifugiarci in un fresco riparo, tra grandi alberi che potessero ripararci dalla calura estiva.

Ecco, quindi, alcuni dei boschi da noi perlustrati, luoghi bellissimi, con una storia millenaria, piccole oasi tra mare e Appennini, tra campagna e centri urbani, incastonati in luoghi di una bellezza unica, in Sabina, tra santuari francescani scolpiti nella roccia, alla Tuscia, terra di risorse minerarie preziose e casa degli Etruschi, fino alle rive generose del Gargano, dove respirare quella brezza estiva che dolce arriva dal vicinissimo mare, magari mentre si è con gli amici o con la famiglia riuniti attorno ad una brace viva per un pic-nic davvero speciale!

bosco di cottanello

Bosco di Cottanello – Superata la bella città di Rieti e abbandonato il corso del fiume Velino, addentrandoci su per una curvosa strada tra montagne e vallate puntellate di ulivi, ci troviamo circondati da un folto bosco, fresco e profumato, che ci rincuora dalla calura estiva. Poco prima del borgo di Cottanello, magico castello dall’intatto fascino medievale, e del suo magnifico Santuario incastonato nella pietra, possiamo deliziarci passeggiando in quei boschi in cui gli stessi romani, secoli e secoli orsono amavano intrattenersi nei caldi pomeriggi d’estate.

 

Il Faggeto di Allumiere – Restiamo nel Lazio ma ci spostiamo nei pressi di quei luoghi in cui si sviluppò l’affascinante civiltà Etrusca. Immersi in questo magnifico faggeto ci sentiamo come persi nel tempo e nello spazio, in una dimensione parallela, ove il corpo e lo spirito, a contatto diretto con la natura, rinascono e si rigenerano.

 

Foresta Umbra – Il nostro pellegrinare alla ricerca di luoghi freschi per trovare un adeguato ristoro dopo tanto sole, la Foresta Umbra, nei pressi di Peschici, microscopico borgo di pescatori fermo nel tempo, si estende questo paradiso in cui concedersi una lunga pausa dalla, seppur bellissima, vita da spiaggia.

Foresta Umbra

Bosco Quarto – Finiamo con un altro bosco e ancora in Puglia, sempre in terra garganica. Questo polmone verde ci regala un momento di pace in una natura ancora incontaminata, dove gli unici nostri compagni sono le piante, gli alberi e i tanti animali che abitano questo luogo, ai piedi di Monte Sant’Angelo, tra cui volpi e simpatici tassi.

 

Chi lo dice che d’estate si soffre il caldo? Basta scegliere uno di questi accoglienti angoli di natura per ritemprarsi e tornare a scalare vette, fra panorami, fiori e ruscelli di montagna, o a stendersi al sole sulla riva del tanto amato mare.

 

 

Valentina Sanesi

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento