Expo 2015: viaggio fra i dolci della tradizione italiana

16/5/2015

Il nostro “viaggio” tra le tavole d’Italia in onore di Expo 2015 si conclude con i dessert, con i dolci della tradizione italiana: dal nordico strudel ai generosi cannoli siciliani, il Bel Paese anche a golosità non è da meno sfornando ricette sane, gustose e antiche che raccontano la storia di famiglie, di regioni, di territori fra loro anche molto diversi ma uniti dalla stessa passione per il buon cibo e per la convivialità.

Così come i primi piatti e i secondi piatti l’Italia a tavola si distingue nel mondo anche per la quantità, la varietà e la qualità dei dolci. Da nord a sud cambiano gli ingredienti e alla frutta secca e al burro, andando verso la punta dello Stivale, si sostituiscono ricotta, olio extravergine e frutta, per un trionfo di profumi, ingredienti e prodotti tipici propri del territorio e di ricette tradizionali, di cui ogni famiglia in ognuna delle 20 regioni italiane, custodisce la propria personale e segreta formula, quasi un incantesimo che porta sulle nostre tavole golose combinazioni dal gusto unico.

 

1. Canestrelli – Piemonte

 

2. Sbrisolona - Lombardia

sbrisolona

 

3. Pandolce genovese – Liguria

 

4. Pandoro – Veneto

 

5. Strudel – Trentino Alto Adige

strudel

 

6. Spongata – Emilia Romagna

 

7. Schiacciata fiorentina – Toscana

 

8. Ciambelle Marchigiane – Marche

 

9. Rocciata – Umbria

 

10. Pangiallo – Lazio

 

11. Bocconotti – Abruzzo

 

12. Babà – Campania

baba

 

13. Pasticciotto leccese – Puglia

 

14. Pitta n’chiusa – Calabria

 

15. Cannoli siciliani – Sicilia

Un dolce viaggiare il nostro, è il caso di dirlo, un modo per scoprire la personalità degli abitanti di ogni parte d’Italia che si esprime anche a tavola, per osservare ogni ingrediente declinato nelle diverse varianti di ricette così da conoscerne ogni potenzialità e proprietà, ma anche un’occasione per imparare qualcosa in più sulla storia della nostra tradizione enogastronomica, che spesso porta con sé reminescenze di un antichissimo passato, piatti dell’antica Roma, ricette provenienti dall’Oriente portati qui da popoli lontani insieme a spezie e combinazioni particolari, oggi a pieno titolo italiane.

 

Valentina Sanesi

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento