Dove andare il ponte del 2 giugno: viaggio nei luoghi della memoria d’Italia

29/5/2015

Dove andare il ponte del 2 giugno, festa della Repubblica? Ecco una lista con alcuni dei luoghi più significativi per la storia italiana, dal Risorgimento alle guerre mondiali per ricordare a 69 anni da quel giorno in cui l’Italia fu finalmente libera dalla monarchia i valori, le persone che contribuirono, prima e anche dopo quella data, a renderla una Repubblica democratica e proiettata verso il futuro, stato membro dell’Unione Europea.

Un viaggio da nord a sud, attraverso i musei, i siti in cui la memoria di chi ha fatto la storia del nostro Paese è onorata, in cui sono descritte, documentate le gesta eroiche e gli importanti traguardi raggiunti che fanno oggi dell’Italia una “Repubblica, una e indivisibile” (Art 5 della Costituzione Italiana).

1. Museo del Risorgimento (Asti): nella bella cittadina di Asti questo è un luogo speciale in cui si racconta attraverso cimeli delle famiglie astigiane protagoniste delle battaglie risorgimentali e numerosi dipinti e ovali raffiguranti gli eroi del Risorgimento la storia dell’Unità d’Italia. E’ qui, inoltre, esposta la cassetta da viaggio di Vincenzo Gioberti.

2. Casa della Memoria e della Storia (Roma): nel cuore di Trastevere questo luogo raccoglie l’impegno di diverse associazioni che hanno raccolto e documentato alcuni momenti storici della Capitale, dall’antifascismo alla guerra di Liberazione, dai Partigiani e alla Resistenza.

quirinale

3. Palazzo del Quirinale, sede del Presidente della Repubblica (Roma): nel giorno della Festa della Repubblica non possiamo non visitare quella che è la sede del Presidente della Repubblica, un luogo ricco di storia in cui ripercorrere le tappe del nostro percorso democratico e dove ammirare magnifiche opere di architettura, che portano la firma del Bernini, Domenico Fontana e di tanti altri artisti che lo hanno reso unico.

4. Ara-Ossario dedicata ai garibaldini (Mentana – Roma): appena fuori dai confini capitolini, nel piccolo borgo di Mentana, a nord di Roma, un sito in cui sono raccolti i resti dei 300 garibaldini che si scontrarono nella sanguinosa Battaglia di Mentana (1867) per la liberazione di Roma e per un Italia Unita

5. Museo Historiale (Cassino – Frosinone): un museo di grande interesse, ubicato in una delle città più colpite durante il secondo conflitto mondiale, Cassino, a sud di Frosinone, quasi al confine con la Campania. Questo luogo fu realizzato in occasione del sessantesimo anniversario della battaglia di Montecassino per onorare i caduti, italiani e non, che hanno perso la vita in nome della pace e della libertà.

6. Museo e Parco della Memoria Storica (San Pietro Infine – Caserta): pochi km più a sud e varchiamo il confine entrando in Campania, in provincia di Caserta, per la precisione nel piccolo paese di San Pietro Infine, un tempo posto sulla linea Gustav e quindi andato completamente distrutto durante le battaglie nel corso della seconda guerra mondiale che servivano per “aprire” la strada per Roma. Qui è nato un parco dove ammirare i resti dell’antico borgo medievale andato distrutto e un museo che racconta delle eroiche gesta di quanti hanno tentato di difendere la propria città.

museo irpino avellino

7. Museo Irpino – Ex Carcere Borbonico (Avellino): chiudiamo il nostro tour nella memoria delle guerre e degli eroi d’Italia con un carcere, un ex carcere per la precisione, simbolo di reclusione trasformato oggi in un importante centro culturale in cui arte, iniziative, mostre e attività di ogni genere offrono agli abitanti di Avellino e ai turisti che visitano questa piccola città dell’Irpinia, una “finestra” sul passato, ma anche una “porta” sul futuro. Qui è possibile visitare le vecchie celle di isolamento, ormai dismesse, l’interessante Museo del Risorgimento e la Pinacoteca provinciale ricca di opere pittoriche di grande pregio.

Valentina Sanesi

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento