Dolci, la ricetta del tiramisù

17/1/2013

In occasione della “International day of Italian Cuisines”; la manifestazione volta a promuovere e tutelare l’autenticità della gastronomia italiana nel mondo e che quest’anno è dedicata ad uno tra i dolci italiani più rinomati e apprezzati: il Tiramisù. Vogliamo raccontarvi la sua storia e soprattutto suggerirvi la nostra ricetta.

Uno dei dolci più apprezzati della pasticceria italiana

Uno dei dolci più apprezzati della gastronomia italiana

C’è da dire anzitutto che, come per ogni specialità culinaria divenuta così famosa, sono molte le storie e gli aneddoti che si legano alla sua origine, e due regioni in particolare se ne contendono la creazione: il Veneto e la Toscana. Secondo coloro che propendono per la prima, il tiramisù sarebbe frutto della genialità di un giovane cuoco, Roberto Linguanotto, di uno storico ristorante trevigiano; negli anni ’70 egli avrebbe pensato di unire al semplice “sbàtudìn”, ossia un rimedio nutriente a base di tuorlo d’uovo e zucchero, diffuso anche in altre regioni con nomi diversi, gli altri ingredienti, quali mascarpone, savoiardi e cacao amaro.

Secondo la versione toscana, invece, il Tiramisù sarebbe nato a Siena alla fine del XVII secolo, in occasione della visita del Granduca di Toscana Cosimo III de’ Medici, il quale si narra fosse molto goloso; egli apprezzò così tanto l’invenzione che la fama del dolce si diffuse in breve tempo.

Comunque sia, una cosa è certa: il Tiramisù è ormai strettamente legato all’immagine della cultura gastronomica italiana nel mondo, e sono anche molte le variazioni che sono state provate sul versatile dolce. Qui di seguito viene però riportata la ricetta classica, per 4 persone:
5 uova
250 grammi di mascarpone
300 grammi di savoiardi
200 grammi di zucchero
Cacao amaro e caffè q.b.

Preparate anzitutto il caffè. Intanto, separate i tuorli dai bianchi delle uova: sbattete i tuorli con lo zucchero e poi montate i bianchi a neve. Una volta fatto, unite tuorli e bianchi e iniziate a girare lentamente, poi continuate unendo anche il mascarpone. A questo punto iniziate a stendere il composto sul piatto da portata, e poi ponete sopra i savoiardi bagnati nel caffè, coprendo tutto lo strato di crema; fate in tal modo una serie di strati alternati. Al termine, spolverate il cacao amaro. Mettete il dolce a raffreddare in frigorifero per almeno due ore.

Giulia Magni

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento