Cosa vedere in un weekend a Norcia, la città di San Benedetto

18/3/2015

Un piccolo tour virtuale fra le bellezze paesaggistiche, gastronomiche e monumentali fotografate in virtual tour a Norcia, piccola città fra le più belle e famose dell’Umbria.

Norcia, in provincia di Perugia, splendida cittadina che sorge nel cuore della Valnerina, ci stupisce per la ricchezza dei suoi monumenti, per la bellezza delle sue architetture e per l’unicità dei paesaggi che la circondano. Bandiera Arancione secondo il Touring Club Italiano per la qualità dell’accoglienza turistica e considerata fra i Borghi più Belli d’Italia per il suo patrimonio storico e artistico, questo comune dell’entroterra regala panorami unici e allieta il turista con i piatti della tradizione, preparati con gli ingredienti genuini locali.

Ecco cosa vedere a Norcia in due giorni, con un piccolo focus finale su cosa mangiare e sugli itinerari da fare in zona, alla scoperta dei tanti incantevoli luoghi che la circondano:

Porta Romana

E’ questa una delle antiche porte d’accesso alle mura cittadine, precisamente quella di chi proveniva da Roma. Da qui la Capitale, così come ci dice il cartello stradale posto di fronte alla Porta, dista 170 km.

Piazza San Benedetto

Una vota oltrepassate le mura, iniziamo il nostro tour nel cuore del centro storico di Norcia. Davanti a noi si apre maestosa Piazza San Benedetto, in tipico stile medievale umbro, uno spazio unico su cui sorgono ben due importantissimi edifici religiosi: la Basilica di San Benedetto e la Concattredale di Santa Maria Argentea.

Basilica di San Benedetto

Basilica di San Benedetto

La storia di questa splendida Basilica è legata a due personaggi di grande fascino religioso: la chiesa sembra che sia sorta sui resti di un edificio romano dove si dice nacquero i santi gemelli San Benedetto e San Scolastica. E’ qui, infatti, che ha inizio il lungo Cammino di San Benedetto, un itinerario religioso, storico e geografico che termina a Cassino, ai confini tra Lazio e Campania.

Concattedrale di Santa Maria Argentea

Anche la storia di questo suggestivo luogo si perde nella notte dei tempi: al suo posto secoli prima sorgeva un tempio dedicato alla Dea Fortuna Argentea.

L’interno è uno scrigno di tesori tutti da ammirare, primo fra tutti il pregevole affresco cinquecentesco della Madonna con Bambino, San Benedetto e Santa Scolastica.

Via Mazzini

Da piazza San Benedetto imbocchiamo, quindi, la bella Via Giuseppe Mazzini, arteria principale di questo piccolo centro umbro e cuore del commercio dei prodotti tipici locali, dove trovare, oggi così come un tempo, tante botteghe per un viaggio fra i sapori del territorio, dalla salsiccia al Tartufo Nero Norcia IGP, protagonista di una partecipata Mostra Mercato tra fine febbraio e i primi di marzo.

Piana di Catelluccio

Piana di Castellluccio

Ci spostiamo nei magnifici dintorni di Norcia, dove il paesaggio è disegnato da magiche valli in cui il verde intenso della vegetazione è interrotto solo dal colore delicato dei fiori che sbocciano in primavera. Tra papaveri,  genzianelle, narcisi, viole e violette, qui crescono le famose lenticchie di Norcia IGP, saporite e fra le più gustose e pregiate d’Italia. Buone, ma anche belle: anch’esse, infatti, sono caratterizzate da un’intesa fioritura che in primavera che riempie la piana di delicate sfumature. Uno spettacolo unico

 

Itinerari:

Un tour nella Valle Umbra

Da Rieti a Spoleto: montagne e cultura

Su due ruote lungo il Cammino di San Benedetto

 

Ricette di Norcia:

Pasta alla Norcina

Risotto al Tartufo Nero Norcia IGP

 

Valentina Sanesi

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento