Boom esportazioni per i vini della Toscana

31/1/2013

I vini toscani sempre più protagonisti delle tavole di oltre confine.

I dati diffusi da Toscana Promozione fanno registrare un +6,8% nei primi 9 mesi del 2012

I dati diffusi da Toscana Promozione fanno registrare un +6,8% nei primi 9 mesi del 2012

Europa e America impazziscono sempre di più per il nettare dei Bacco made in Toscana tanto che l’export nei primi 9 mesi del 2012 ha fatto registrare un incremento del 6,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, attestandosi a 491 milioni di euro, e per la prima volta l’export potrebbe aver chiuso l’anno superando quota 700 milioni di euro.

I dati arrivano da Toscana Promozione in vista della terza edizione del workshop internazionale Buy Wine in programma il 14 e 15 febbraio alla Fortezza da Basso di Firenze.

Secondo l’istituto regionale, considerando che le esportazioni dell’ultimo trimestre pesano normalmente, per il 30-31% sul totale dell’export annuale, nel 2012 il commercio estero del vino toscano potrebbe aver superato, per la prima volta nella storia, i 700 milioni di euro.

Con il 15% delle esportazioni nazionali, la Toscana si conferma inoltre al terzo posto in Italia dopo Veneto e Piemonte. Si accorciano, peraltro, le distanze con la seconda regione in classifica, il Piemonte, il cui export da gennaio a settembre 2012 è cresciuto solo dell’0,5%.

Il successo dell’enologia toscana nel mondo è trainato, in primo luogo, dai vini Dop (rossi e bianchi) che rappresentano il 72% dell’export regionale di vini in valore e che nei primi 10 mesi del 2012 (gennaio-ottobre) hanno fatto registrare un incremento nelle esportazioni del 9,6% attestandosi ampiamente sopra quota 406 milioni di euro.

Aree mercato principali di sbocco per il vino toscano: Europa (188,7 milioni di euro) e America (180,9 milioni) con incrementi, rispettivamente, del +2,1% e del 14,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento