Ad Orvieto fino al 1 gennaio la ventesima edizione di Umbria Jazz Winter

28/12/2012

Prende il via oggi 28 dicembre ad Orvieto la ventesima edizione dell’Umbria Jazz Winter, la versione invernale del famoso festival del jazz spegne le sue prime venti candeline. Un traguardo importante per una manifestazione nata nel 1993 e che oggi recita un ruolo di primissimo piano nel panorama dello spettacolo italiano.

Dal 28 dicembre al 1 gennaio la ventesima edizione di Umbria Jazz Winter

Dal 28 dicembre al 1 gennaio la ventesima edizione di Umbria Jazz Winter

Le grandi voci, il jazz italiano, i ritmi latini e la musica gospel si ritroveranno fino al 1 gennaio 2013 nella cittadina umbra.

Un calendario ricco di eventi e che vedrà esibirsi tra gli altri Kurt Elling che propone un omaggio allo storico palazzo dell’editoria musicale a New York, il civico 1619 di Broadway. Esordio a Umbria Jazz per quello che la critica americana ha definito il più sensazionale cantante emerso in questi ultimi anni: Gregory Porter. Il suo album di debutto, Water è stato un clamoroso successo di critica e di pubblico, avendo ottenuto una sorprendente nomination ai Grammy come Best Jazz Vocal, una situazione non molto frequente per un album di debutto.

Ma Umbria Jazz Winter sarà anche Gino Paoli con Danilo Rea: uno speciale concerto il giorno di Capodanno a base di voce e pianoforte in cui si potranno ascoltare insieme uno dei più grandi interpreti della canzone d’autore italiana e uno dei più lirici e creativi pianisti di oggi, che non mancheranno di regalare al pubblico grandi sorprese.

Spazio anche al giovanissimo, nato nel 1986, Jonathan Baptiste. Con un eccellente background di studi alle spalle, un primo lavoro a suo nome a diciassette anni e un debutto alla Carnagie Hall di New York a soli diciotto anni, il pianista e cantante originario di New Orleans è anche un ottimo polistrumentista, a suo agio con il sax e il basso.

Dopo dieci anni torna a Orvieto Jaques Morelenbaum, special guest nel Cello Samba Trio di Paula Morelebaum. Nato nel 2003, l’ensemble rielabora con sonorità cameristiche e raffinate alcune fra le più note pagine di autori storici di samba in Brasile.

Il gospel, presenza tradizionale a Umbria Jazz Winter, quest’anno sarà rappresentato da Bobby Jones & The Nashville Super Choir.

Tutti i giorni infine buon cibo, degustazioni e musica jazz, ma non solo, dalla tarda mattinata a notte fonda al Palazzo del Popolo, al Palazzo dei Sette e al Ristorante San Francesco.

Prestigiosa conclusione per la ventesima edizione di Umbria Jazz Winter sarà rappresentato dalla premiazione della trentesima edizione del “Top Jazz”, l’annuale referendum indetto dal mensile specializzato Musica Jazz che si terrà il 1° gennaio 2013, alle ore 21.30 presso il Teatro Mancinelli di Orvieto.

Il programma completo

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento