A Venezia il candore arcaico di Henri Rousseau

25/3/2015

Venezia apre le porte alla suggestiva pittura di Henri Rousseau, artista famoso soprattutto per le atmosfere oniriche e visionarie.

La mostra, allestita all’interno del bellissimo Appartamento del Doge a Palazzo Ducale in collaborazione con il Museo d’Orsay di Parigi, è presentata dal sottotitolo “Il candore arcaico” e propone 41 capolavori dell’artista. Le opere sono tutte accompagnate dallo stile inconfondibile di Rosseau, caratterizzato inizialmente da ritratti e vedute di Parigi per poi passare alle raffigurazioni di fantastici paesaggi tropicali, foreste rigogliose e giungle abitate da animali.

rosseau

Alla vita artistica Rousseau alternava una vera e propria attività lavorativa, infatti era collocato presso gli uffici daziari di Parigi, ruolo che gli valse l’appellativo di “Doganiere”. In realtà la vita artistica del pittore autodidatta, soprattutto negli anni ’50, era passata quasi del tutto inosservata, ne è un esempio il mancato interesse pubblico per l’esposizione delle sue opere presso la Biennale di Venezia del 1950.

henri rosseau

Fortunatamente, ma anche se in ritardo, il riscatto artistico di Rosseau avvenne più tardi, quando divenne punto di riferimento per pittori  ed intellettuali come Gauguin, Picasso, Kandinskij, Cézanne, Picasso, Jarry e Apollinaire, grandi nomi del Novecento che hanno sostenuto ed accompagnato la carriera dell’artista visionario dallo stile unico.

 

Cesare Paris

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento