A Roma una mostra racconta il Bernini disegnatore

10/2/2015

Dal 3 marzo al 24 maggio la Galleria Nazionale di Arte Antica di Palazzo Barberini a Roma ospita la mostra “Il Laboratorio del Genio. Bernini Disegnatore”, alla scoperta dell’altra faccia di quello che è stato – oltre che scultore, architetto e pittore – l’inventore del barocco a Roma.

Poco più di due mesi per scoprire l’abilità del Bernini disegnatore, per ammirare quella che sarà un’esposizione rara, unica che porterà a Roma collezioni di disegni provenienti da tutto il mondo.

200 fogli arriveranno solo da Lispia, dove fino al 2 febbraio si è tenuta presso il Museum der bildenen Kunste la mostra “Bernini, erfinder des barocken in Rom” (“Bernini, l’inventore del barocco a Roma”).  Molti dei disegni in mostra appartenevano alla collezione della regina Cristina di Svezia prima di essere acquistati dalla città di Lipsia nel 1713 da un antiquario di Roma.

SCOPRI QUI ROMA IN VIRTUAL TOUR

estasi di santa teresa

Un inestimabile tesoro che documenta quasi tutto l´arco della carriera di Gian Lorenzo Bernini (Napoli 1598 – Roma 1680)oltre ad una serie di disegni che rappresentano la parte grafica di quelli che sarebbero poi diventati alcuni dei più grandi capolavori che hanno contribuito a rendere Roma capitale del barocco nel mondo.

Un inarrestabile genio creativo raccontato in questa mostra intitolata proprio “Il Laboratorio del Genio. Bernini Disegnatore” attraverso schizzi, disegni di elevata finitura, disegni architettonici e per le arti decorative.

Tra quelli esposti anche i disegni per la Cappella Chigi a Santa Maria del Popolo e per la Cappella Cornaro a Santa Maria della Vittoria, quelli per la Fontana dei Quattro Fiumi a Piazza Navona o i tanti fogli che rappresentano la Basilica di San Pietro e la sua decorazione nei pontificati di Urbano VIII Barberini e Alessandro VII Chigi, dal Baldacchino alla tomba di Urbano VIII, dalla Cathedra Petri al Colonnato della piazza e alla Scala Regia.

Ai disegni di Lipsia si aggiungono prestiti concessi dalle maggiori collezioni grafiche d´Europa, dal British Museum, al Louvre, della Kunstbibliothek di Berlino all´Albertina di Vienna, fino alle raccolte italiane del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi a Firenze e quelle dei Chigi e Barberini custoditi nella Biblioteca Apostolica Vaticana.

La mostra sarà anche un’occasione per visitare la Galleria di Arte Antica di Palazzo Barberini, vero scrigno di tesori di incommensurabile valore artistico tra cui “La Fornarina” di Raffaello, “Giuditta e Oleferne”, “San Francesco in meditazione” e “Il Narciso” del Caravaggio, “Venere e Adone” del Tiziano, “Cristo e l’Adultera” del Tintoretto, “Il Ratto delle Sabine” del Sodoma.

 

Info:

“Il Laboratorio del Genio. Bernini Disegnatore”

3 marzo – 24 maggio 2015

Galleria di Arte Antica di Palazzo Barberini, via delle quattro fontane, 13 Roma

Valentina Sanesi

Commenti

commenti

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento